Da Realtà Mapei n° 155 - 03/10/2019

Nuovo Ospedale Galeazzi: Mapei parte del getto record

32.836 m3 di calcestruzzo autocompattante, oltre 80.000 tonnellate di componenti solidi e 200 tonnellate di additivi liquidi. I numeri parlano chiaro: il Nuovo Istituto Ortopedico Galeazzi è entrato ufficialmente nei libri dei record, qualificandosi attualmente come la più grande piastra di fondazione d’Europa.

Mapei, a supporto  di Unical SpA, fornitore del calcestruzzo preconfezionato, ha vissuto in prima persona i 4 giorni di realizzazione della gettata non-stop di calcestruzzo.

L’Assistenza Tecnica Mapei è stata incaricata dalla Committenza di effettuare specifiche prove in cantiere per verificare e tenere sotto controllo le caratteristiche fisico/meccaniche del materiale. I tecnici Mapei, avvalendosi di laboratori mobili perfettamente attrezzati, sono così stati in grado di testare il calcestruzzo da mettere in opera e verificare che gli additivi proposti in fase di progettazione della miscela di calcestruzzo SCC, soddisfacessero i requisiti richiesti: il superfluidificante DYNAMON XTEND W500 N, l’additivo estensore della lavorabilità DYNAMON EW e il ritardante MAPETARD.

Location icon Milano

Il 28 maggio scorso è stato ultimato il getto di calcestruzzo della più grande piastra di fondazione d’Europa: 33.000 m3 di calcestruzzo pompato non stop per 94 ore, che ha visto la presenza continua di 106 tecnici di Unical SpA su tre turni.

Situato in prossimità di Cascina Triulza, all’interno dell’area ex Expo 2015 a Milano, il Nuovo Ospedale Galeazzi si svilupperà verticalmente - 16 i piani previsti - e raggiungerà i 90 metri di altezza, per una superficie complessiva di 150.000 m2.

La nuova struttura ospedaliera unirà in un’unica sede le competenze e le specializzazioni afferenti ai due Istituti del Gruppo Ospedaliero San Donato, l’Irccs Istituto Ortopedico Galeazzi e l’Istituto Clinico Sant’Ambrogio. L’edificio verrà costruito su una platea continua di dimensioni in pianta pari a 190x50 m, con uno spessore pari a 3,5 m.

Il record da poco stabilito riguarda un volume tra i più grandi mai realizzati a livello mondiale con impianti di betonaggio esterni al cantiere.

GIOCO DI SQUADRA PER UN CALCESTRUZZO SU MISURA

Mapei è intervenuta con i suoi laboratori mobili, su incarico della Direzione Lavori, per il prelievo e confezionamento di provini di calcestruzzo ed esecuzione di prove sul calcestruzzo fresco (slump-flow, J-ring, V-funnel), insieme ai soggetti che hanno sviluppato le diverse fasi preliminari dell’intervento: la progettazione, lo studio del mix-design, l’organizzazione della logistica di cantiere, la definizione delle prove di accettazione e il monitoraggio successivo al getto.

Per il getto massivo è stato utilizzato un calcestruzzo ad hoc, il cui comportamento è stato studiato e modellato analiticamente per quanto riguarda l’andamento delle temperature e le caratteristiche reologiche del materiale.

Il servizio tecnologico della Unical ha progettato la miscela in modo che il ciclo di confezionamento,  dopo il carico di tutti i componenti nelle centrali coinvolte, fosse completato con opportuni  controlli all’arrivo in cantiere. Tale impostazione si è concretizzata mediante la predisposizione di due check point all’ingresso del cantiere, dove il servizio tecnologico ha controllato ciascuna autobetoniera in ingresso per verificarne la conformità reologica.

Per ottenere questi risultati sono stati utilizzati DYNAMON XTEND W500 N, superfluidificante acrilico per calcestruzzi di ultima generazione specificamente formulato per realizzare calcestruzzi con basso rapporto A/C e buon mantenimento della lavorabilità, DYNAMON EW, additivo estensore della lavorabilità per il mantenimento della consistenza fino ad oltre due ore dal confezionamento, e MAPETARD, ritardante per calcestruzzi con la funzione di rendere monolitiche le diverse stratificazioni del getto rispetto alla precedente.

Grazie alla speciale e innovativa formulazione, DYNAMON XTEND W500 N  è in grado di disperdere le particelle del cemento in modo tale da risultare un potente riduttore dell’acqua di impasto. In confronto a un normale calcestruzzo non additivato, l’utilizzo di DYNAMON XTEND W500N consente di progettare miscele in calcestruzzo che prevedano una riduzione d’acqua superiore al 20% senza rilevanti perdite della lavorabilità durante il trasporto e lo scarico in cantiere.

 

I numeri record

7

Impianti.

10

punti di carico.

   


6/8

pompe
attive per getto.

 

85

autobetoniere.


 

30

pompisti e manutentori mezzi.


80.000

tonnellate di componenti solidi.

 

200

tonnellate di additivi liquidi. 

32.836


mdi fornitura complessiva. 
 

 

   

Scheda progetto

Cantiere fondamenta
Località Milano, Italia
Sottocategoria OSPEDALE
Costruito nel 2019
Intervento fornitura di additivi per il calcestruzzo
Inizio e fine dei lavori 2019
Tipo di intervento Fornitura di additivi
Committente Real Estate Gruppo Ospedaliero San Donato
Impresa appaltatrice Edile Engineering & Construction SpA
Imprese esecutrici Unical SpA
Progettisti Binini Partners Architects
Architetti (implicati nei lavori) Binini Partners Architects
Coordinatore MAPEI Massimiliano Nicastro, Andrea Siboni, Pietro Lattarulo, Mapei SpA (Italy)

Prodotti citati nell'articolo

DYNAMON EW
DYNAMON EW
Superfluidificante a base acrilica modificata
DYNAMON XTEND W500 N
DYNAMON XTEND W500 N
Superfluidificante acrilico per calcestruzzi
MAPETARD
MAPETARD
Additivo ritardante per calcestruzzi e malte con effetto fluidificante. Esplica un’azione ritardante sui tempi di presa del cemento....
Tags Realtà Mapei: #ilmondodimapei #mixdesign #ospedali

Rimani in contatto

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle novità Mapei