Da Realtà Mapei n° 147 - 28/05/2018

Palazzo Belmonte Riso a Palermo

Prodotti Mapei per il restauro di uno dei palazzi più monumentali della città, sede del museo regionale d’arte moderna e contemporanea.

Location icon Palermo

Palazzo Belmonte Riso è uno dei più importanti e monumentali edifici del centro storico di Palermo, prospiciente corso Vittorio Emanuele e piazza Bologni. Realizzato a fine Settecento dai Principi Ventimiglia di Belmonte, rappresenta un interessante esempio di residenza privata nobiliare che coniuga la magnificenza tardo barocca al rigore neoclassico.

Nel 1841 il palazzo fu venduto alla famiglia Riso, della quale il portale reca tuttora l’effigie nello stemma marmoreo del casato.

Nel 1943, durante la seconda guerra mondiale, fu quasi raso al suolo dai bombardamenti delle forze angloamericane.

Dopo anni di abbandono e degrado, nel 1986 il palazzo è stato acquistato dalla Regione Siciliana, che ha avviato i lavori di restauro negli anni Novanta, restituendo un monumento alla città.

Dal 2005 Palazzo Belmonte Riso è sede del Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia, o RISO.

 

IL PROGETTO DI RESTAURO: LE SCELTE ARCHITETTONICHE

Il progetto di restauro del 2004, finanziato dall’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, intendeva riportare alla luce l’originario impianto planimetrico dell’edificio, rendendolo leggibile attraverso alcune annessioni che hanno ridefinito gli spazi delle due corti interne.

La riconfigurazione dell’ala est del Palazzo rappresenta l’intervento principale del progetto con la ricostruzione, sul piano terra che ospita i locali del museo, di due elevazioni nella parte della fabbrica prospiciente il primo cortile, che permettono di collegare, con una certa continuità architettonica, la nuova fabbrica con quella contigua esistente a tre elevazioni dell’ala sud del Palazzo. Stessa logica è stata adottata nelle parti della fabbrica prospicienti il secondo cortile, con la ricostruzione, in questo caso, di una sola elevazione.

Il progetto ha inoltre previsto l’adozione di metodologie costruttive e di presidi antisismici, per quel che concerne sia le strutture principali (murature, archi) che per quelle secondarie (orizzontamenti, piattabande), per aumentare il livello di sicurezza dell’edificio.

 

 

LA DEFINIZIONE DEI MATERIALI E IL SUPPORTO MAPEI

Per la ricostruzione delle nuove murature e la stilatura dei giunti di allettamento delle murature vi era l’esigenza di dover utilizzare una malta che possedesse tre indispensabili requisiti. Doveva essere una malta di classe M5 (compatibilità elasto-meccanica), essere a base calce ed esente da cemento (compatibilità chimico-fisica) e integrarsi perfettamente, sotto il profilo cromatico, con i nuovi conci di tufo. Inoltre si dovevano ottenere, con un unico prodotto, caratteristiche di certificazione e marcatura CE a garanzia del miglior risultato. La scelta della direzione lavori è ricaduta su MAPE-ANTIQUE ALLETTAMENTO nella colorazione tufo, una malta resistente ai sali a base di calce idraulica naturale ed eco-pozzolana progettata per realizzare allettamenti traspiranti di murature portanti e di tamponamento anche “faccia a vista”. Questa malta risponde ai requisiti minimi richiesti dalla EN 998-2 ed è classificata come G (Malta da muratura a prestazione garantita per scopi generali per l’utilizzo esterno in elementi soggetti a requisiti strutturali), di classe M5.

La malta è stata applicata a cazzuola, previa saturazione dei conci. Dopo aver steso il “letto di posa” è stato correttamente posizionato il blocco di tufo esercitando una leggera pressione. La malta in eccesso è poi stata asportata con la cazzuola e, infine, è stata eseguita la spugnatura dei giunti di malta per ottenere l’effetto “faccia a vista” desiderato.

La stessa logica operativa è stata seguita anche nella realizzazione delle piattabande.

 

PROGETTO DEI SINGOLI CONCI DELLE PIATTABANDE

Le connessioni tra setti murari e struttura portante e l’ammorsamento trasversale dei nuovi blocchi di tufo con quelli esistenti sono state realizzate con l’ancorante chimico bicomponente MAPEFIX VE SF. Il prodotto è una miscela di resine ibride vinilesteri senza stirene, confezionata in cartuccia unica in cui la perfetta amalgama dei due componenti avviene durante l’estrusione del prodotto grazie a un miscelatore statico avvitato sulla testa della cartuccia.

L’impiego di MAPEFIX VE SF è particolarmente indicato per assorbire carichi pesanti su materiali edili sia forati che pieni, da applicare su supporti sia asciutti sia umidi, in particolari condizioni ambientali quali la totale immersione oppure l’esposizione aggressiva ad aerosol marino o industriale.

Dopo aver eseguito le forature nel supporto esistente, è stata condotta un’accurata pulizia delle superfici mediante aria compressa e scovolino. Successivamente è stata iniettata la resina partendo dal fondo del foro e infine è stata inserita la barra metallica mediante un movimento leggermente rotatorio fino alla fuoriuscita della resina in eccesso, per evacuare eventuali bolle d’aria.

Fatto
come una volta

Prima dell’avvento del cemento negli anni del boom economico, l’edilizia si basava su elementi naturali (mattoni, pietra, legno,…), tenuti insieme e rifiniti con un unico elemento: la calce. Le malte da muratura e le malte per intonaci erano infatti a base calce, in quanto fungeva da sigillo di un lavoro svolto ad opera d’arte. Gli stessi romani la utilizzavano nei loro progetti architettonici e nell’architettura moderna la calce è tornata ad essere protagonista dei migliori prodotti e progetti.

Le malte per muratura faccia a vista Mapei contengono calce idraulica naturale, sono traspiranti, certificate e a bassissima emissione di sostanze organiche volatili: sono MAPE-ANTIQUE ALLETTAMENTO e MAPEWALL MURATURA FINE, le soluzioni Mapei per l’allettamento e la stilatura di murature faccia a vista .

La prima malta, esente da cemento, nasce come soluzione per il risanamento e il restauro conservativo di edifici anche di interesse storico. 




La seconda malta invece trova sua espressione massima in contesti civili di nuova costruzione, è caratterizzata da elevate prestazioni meccaniche ed ottimo rapporto qualità/prezzo.

Sono entrambe disponibili in diverse colorazioni, studiate per riprodurre nella maniera più delicata e realistica possibile i colori naturali offerti dalla natura e tipici delle murature classiche. Le cartelle colori sono consultabili sulle schede tecniche o possono essere richieste sotto forma di mazzetta colori presso gli agenti di zona Mapei.

Per una visione globale della linea di prodotti Mapei dedicata al settore storico è possibile consultare la nostra brochure “Mape-Antique” o i nostri spaccati costruttivi presenti nella sezione Soluzioni del sito, quali ad esempio il Sistema completo sia per l’intonacatura traspirante di murature esistenti che per la stilatura di pietre “faccia a vista”  e il Sistema completo per il consolidamento di murature meccanicamente deboli, con intonaco strutturale “armato”.

 

Scheda progetto

Cantiere museo arte moderna e contemporanea
Località Palermo, Italia
Sottocategoria MUSEO
Costruito nel 1783
Inaugurato nel 1783
Intervento fornitura prodotti per il restauro e il consolidamento delle murature
Inizio e fine dei lavori 1783/2014
Tipo di intervento Recupero murature
Committente Regione Siciliana, Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana
Impresa appaltatrice Cantieri Edili srl (Favara, AG)
Imprese esecutrici Cantieri Edili srl (Favara, AG)
Progettisti ARCH. G. VANELLA - ARCH. V. GAGLIO - GEOM. C. CHIRCO
Architetti (implicati nei lavori) arch. Francesco Santalucia; arch. Lina Bellanca
Distributore MAPEI Zucchero Giuseppe & C. s.n.c.
Credits Filippo Crisanti
Direttore lavori arch. Giuseppe Vanella, arch. Vincenzo Gaglio, geom. Cesare Chirco
Coordinatore MAPEI Salvatore Costa, Agenzia Ric.Co. snc, Ezio Vallone, Rocco Briglia (Mapei SpA)

Prodotti citati nell'articolo

MAPE-ANTIQUE ALLETTAMENTO
MAPE-ANTIQUE ALLETTAMENTO
Malta da muratura resistente ai sali, a base di calce idraulica naturale ed ECO-POZZOLANA, per la stilatura e l’allettamento di murature...
MAPEFIX VE SF
MAPEFIX VE SF
Fissaggio chimico a base di resina vinilestere ibrida senza stirene per carichi strutturali. Certificato per barre filettate, ferri di...
Tags Realtà Mapei: #storico #risanamento

Rimani in contatto

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle novità Mapei