Da Realtà Mapei n° 153 - 17/05/2019

Torrente Bisagno, Genova

Circa 3.600 anodi per proteggere i ferri d’armatura presenti nelle spalle e nei setti longitudinali del Torrente Bisagno, uno fra i maggiori corsi d’acqua di Genova.

Il dipartimento tecnico Mapei è intervenuto proponendo due tipologie di prodotti atti a proteggere e dare nuova forza alle strutture in calcestruzzo: da un lato gli anodi di zinco puro MAPESHIELD I, che, ricoperti da una speciale pasta conduttiva, li mantengono attivi nel tempo, e, dall’altro, la pittura elastomerica ELASTOCOLOR PITTURA e il promotore di adesione MALECH, per una finitura gradevole e durevole.

Location icon Genova

Con un lavoro di quasi tre anni il torrente Bisagno, che taglia longitudinalmente la città di Genova, è stato messo in sicurezza e consegnato alla città nel gennaio 2018. Sono stati realizzati 200 metri lineari di nuova sezione idraulica, con un investimento di circa 27,4 milioni di euro.

Si è trattato di un lavoro complesso, da eseguire nella massima sicurezza: il tratto terminale del torrente attraversa infatti un’area popolosa, snodo di trasporto ferroviario, nella quale gravitano oltre centomila persone. L’opera è stata realizzata in tre fasi e ha previsto 21 cambi di viabilità.

I lavori - realizzati dall’ATI composta da CSI Consorzio Stabile per le Infrastrutture (società mandataria e capo gruppo composta da Ilset e Esostrade), Sirce Spa, Vipp Lavori Speciali Srl, Trecolli Spa – hanno visto il rifacimento della copertura del torrente, aumentando la portata di acqua da smaltire. È stata inoltre recuperata la funzionalità della copertura per i carichi di prima categoria e migliorata la viabilità. Per ottenere questi risultati l’ATI ha ampliato la sezione idraulica del torrente Bisagno mediante abbassamento dell’alveo e riduzione dello spessore della soletta di copertura, mantenendo gli argini esistenti con un incremento della sezione strutturale, oltre a ricostruire i setti e la copertura. Sono stati inoltre riorganizzati i sottoservizi, anche mediante la realizzazione di cunicoli tecnologici e nuovi attraversamenti all’interno della copertura.

Più in dettaglio, i lavori hanno previsto la demolizione del precedente impalcato risalente agli anni ‘30, l’abbassamento dell’attuale quota d’alveo per circa 2 metri, la sotto murazione degli argini esistenti e la realizzazione del nuovo impalcato stradale, secondo quanto previsto dalle ultime normative, compresa quella sismica. Questo intervento ha consentito di incrementare la portata dai 450 m3/s agli 850 m3/s con franco idraulico (spazio tra il pelo libero dell’acqua e l’intradosso dell’impalcato stradale) di 1 metro.

 

MAPESHIELD: LA PROTEZIONE CATODICA GALVANICA DEI FERRI D’ARMATURA

Durante la realizzazione dell’opera sono state coinvolte circa 20 aziende specializzate - tra le quali anche Mapei -  con oltre 250 operai coinvolti.

Iniziata la demolizione della soletta di copertura del versante di ponente (dal lato Piazza della Vittoria) del torrente Bisagno, si è proceduto contemporaneamente al jet grouting (iniezione nel terreno di una miscela cementizia) e alla predisposizione della platea di fondazione. Sono stati poi realizzati i setti di sostegno per la posa della nuova copertura.

Per quanto riguarda la protezione delle spalle e dei setti in calcestruzzo armato, come previsto dal capitolato redatto insieme allo Studio Associato Piemontecnica di Torino, è stata applicata la protezione catodica mediante l’utilizzo di MAPESHIELD I 30/20.

MAPESHIELD I è la soluzione Mapei studiata per proteggere i ferri d’armatura dalla corrosione nelle opere armate da ripristinare. Può essere vantaggiosamente impiegata anche per prevenire la corrosione in strutture armate di nuova realizzazione, specie se queste sono destinate a venire in contatto con agenti aggressivi.

La zona oggetto d’intervento è stata la prima fascia di calcestruzzo alta circa 2 m dal piano di scorrimento dell’acqua. Sulle spalle sono stati posizionati tre anodi ogni metro lineare, mentre lungo l’asse verticale sono stati collocati a circa 0,7 m l’uno dall’altro. Nei setti sono stati invece sistemati tre anodi ogni 0,9 metri lineari, mantenendo sempre una distanza di 0,7 m l’uno dall’altro, lungo l’asse verticale. Complessivamente sono stati sistemati circa 3.600 anodi.



LE PITTURE MAPEI SUL CALCESTRUZZO ARMATO

Un’ulteriore protezione alle nuove strutture in calcestruzzo armato è stata garantita dall’applicazione di una specifica finitura colorata Mapei. Le superfici, perfettamente pulite e solide sono state preliminarmente trattate con il fondo acrilico all’acqua, uniformante e promotore di adesione MALECH e poi verniciate con ELASTOCOLOR PITTURA, la pittura elastomerica protettiva antifessurazione, per esterni e interni, a elasticità permanente ed elevata resistenza chimica.

Scheda progetto

Cantiere margini in calcestruzzo
Località Genova, Italia
Sottocategoria CANALE
Intervento fornitura di prodotti per la protezione del calcestruzzo, impermeabilizzazione e verniciatura
Inizio e fine dei lavori 2016/2018
Tipo di intervento Nuove costruzioni
Committente Comune di Genova / Regione Liguria
Impresa appaltatrice ATI-CSI (Consorzio Stabile per le Infrastrutture), SIRCE SpA, VIPP Lavori Speciali Srl, Trecolli SpA
Imprese esecutrici ATI-CSI (Consorzio Stabile per le Infrastrutture), SIRCE SpA, VIPP Lavori Speciali Srl, Trecolli SpA
Architetti (implicati nei lavori) Studio Majone Ingegneri Associati, Piemonte Tecnica Studio Associato, Studio Artec
Credits Sergio Tani
Direttore lavori ing. Giovanni Frongia
Coordinatore MAPEI Bruno Zamorani, Federico Laino, Gianmpiero Peluso

Prodotti citati nell'articolo

ELASTOCOLOR PITTURA
ELASTOCOLOR PITTURA
Pittura elastomerica protettiva antifessurazione, per esterni ed interni, ad elasticità permanente e elevata resistenza chimica. DATI...
MALECH
MALECH
Fondo acrilico all’acqua, uniformante e promotore di adesione. DATI TECNICI: Consistenza: liquido fluido. Colore: trasparente. Massa...
MAPESHIELD I
MAPESHIELD I
Anodi di zinco puro rivestiti da una speciale pasta conduttiva, per la protezione catodica galvanica dei ferri d’armatura dalla corrosione...
Tags Realtà Mapei: #risanamento #pitture #infrastrutture

Rimani in contatto

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle novità Mapei