Da Realtà Mapei n° 149 - 10/09/2018

U.S. Bank Stadium a Minneapolis

Le Twin Cities hanno un nuovo stadio. Teatro dell’ultimo Superbowl, con quasi 70.000 spettatori, è stato protagonista di un cantiere da record.

Circa 30.000 tonnellate di additivi utilizzati per la realizzazione dei calcestruzzi, 8.000 addetti coinvolti e strutture prefabbricate studiate ad hoc per le diverse sezioni dello stadio, dagli spalti al campo di gioco. MAPEI/GRT ha partecipato a questo successo fornendo gli additivi per la produzione degli elementi prefabbricati in calcestruzzo.

Location icon Minneapolis

Quello che colpisce immediatamente dell’U.S. Bank Stadium di Minneapolis è la superficie completamente vetrata a forma di prisma, dove una delle punte si slancia verso il lato nord-ovest a rappresentare la stilizzazione della prua di una nave vichinga. I Vikings sono infatti la squadra di football che qui ha casa. Lo stadio che ha ospitato quest’anno in febbraio il 52mo Superbowl, è stato progettato per essere un impianto indoor, viste anche le temperature particolarmente rigide del clima invernale del Minnesota, ma lo spettatore ha l’impressione di essere all’aperto. Infatti oltre la metà del tetto è rivestita in Efte, una membrana polimerica sottilissima, molto resistente e trasparente che permette alla luce di entrare dando l’impressione di essere all’aperto. La struttura, alta quasi 90 m nel suo punto massimo, è in grado di ospitare anche gare di baseball, grazie allo spostamento automatico delle tribune per allargare la zona verde e aprirsi “a diamante”, ed è servita da 11 ascensori, 34 scale mobili, 430 punti ristoro, 979 bagni.

 

REALIZZAZIONE DI UNO STADIO ECOCOMPATIBILE

Agli inizi degli anni 2000 lo stadio Hubert H. Humphrey Metrodome, nel quale i Vikings giocavano dal 1982, richiedeva un importante intervento di riqualificazione. La municipalità di Minneapolis decise di demolirlo e costruire al suo posto un nuovo stadio.

 

La progettazione del nuovo impianto fu affidata allo studio texano HKS Sports & Entertainment Group, che aveva già progettato due stadi all’avanguardia sempre per la National Football League: l’At&T Stadium a Dallas e il Lucas Oil Stadium di Indianapolis.

I lavori di costruzione sono durati circa due anni e mezzo; il nuovo stadio occupa una superficie pari quasi al doppio del suo predecessore, offrendo una capienza maggiore.

Lo U.S. Bank Stadium ha richiesto e ottenuto la certificazione LEED Gold perché è stato realizzato rispettando i requisiti più avanzati di sostenibilità sia nei materiali che nelle pratiche, tra cui un ridotto utilizzo di acciaio nella struttura, l’illuminazione a Led in tutti gli ambienti - riducendo l’utilizzo dell’energia elettrica del 75% - e un’ampia superficie esterna ad alta trasparenza che permette una sensibile riduzione dell’illuminazione artificiale.

Costato oltre un miliardo di dollari, lo U.S. Bank Stadium ha una capienza di 66.200 posti, che durante il Superbowl possono arrivare a 73.000, su un’area complessiva di 1.487.000 m2
Maxi schermi in formato HD sono stati posizionati sia nel lato est che nel lato ovest dello stadio, mentre schermi a nastro corrono lungo tutto l’anello dell’impianto di gioco; oltre 1.200 schermi si trovano nell’atrio a disposizione degli spettatori che attendono di entrare.

Lo stadio può ospitare una grande varietà di eventi: partite di football, calcio, baseball, basket NCAA Division (campionato di pallacanestro aperta ai college), gare di motocross, concerti e convention. Le imponenti facciate esterne realizzate in vetro coprono una superficie totale di 60.000 m2 e il loro effetto riflettente è stato volutamente cercato dei progettisti affinché lo skyline cittadino vi si rispecchiasse.

 

 

ADDITIVI AD ALTA TECNOLOGIA PER STRUTTURE PREFABBRICATE

Il 17 giugno 2016 Mortenson Construction, l’impresa che ha realizzato lo stadio, ha simbolicamente consegnato ai committenti le chiavi della struttura. Un cantiere complesso non solo per le dimensioni, ma anche per il numero di addetti coinvolti: circa 8.000 complessivi, dei quali 1.300 presenti nello stesso periodo in cantiere durante determinate fasi del processo di costruzione.

I responsabili del cantiere hanno dichiarato che la consegna anticipata è stata resa possibile grazie alla stesura di un programma dettagliato che è stato rispettato fino all’ultimo giorno; grande merito è stato dato ai fornitori, tra i quali spicca anche Mapei.

Mapei/GRT ha infatti fornito diverse tipologie di additivi per la realizzazione di calcestruzzo destinati alle strutture prefabbricate con le quali è stato realizzato l’intero stadio, dagli spogliatoi fino al campo di gioco.

Mapei/GRT ha fornito POLYCHEM VR, agente aerante pronto all’uso in una soluzione acquosa di resina Vinsol neutralizzata, POLYCHEM SUPER SET, additivo accelerante per il tempo di presa anche in presenza di basse temperature, EVO 2500, additivo per l’idratazione del calcestruzzo, e POLYCHEM VMA, specificamente formulato per migliorare la viscosità di miscele altamente fluide e raccomandato per l’uso nel calcestruzzo autocompattante.




Per maggiori informazioni consultare i siti www.mapei.us e www.grtinc.com

Le mille facce
del calcestruzzo

Gli stadi non sono solo infrastrutture imponenti, ma anche luoghi di passione ed emozione. In quanto tali ci aspettiamo da loro comfort, bellezza estetica e funzionalità.

I tempi di costruzione o di manutenzione sono importantissimi – e le strutture prefabbricate offrono la possibilità di costruire o ristrutturare in tempi ragionevolmente brevi anche strutture di grandi dimensioni.

 


Il calcestruzzo è ovunque attorno a noi: basti pensare a ponti, viadotti, grattacieli, strade e molto altro. A volte può essere utilizzato in strutture di grande fascino, altre volte in strutture che colpiscono invece per la loro funzionalità o per la loro imponenza. Elemento decisivo comune è l’utilizzo di tecnologie appropriate, come Mapecrete System, per la realizzazione di calcestruzzi durevoli senza fessure o pavimentazioni senza giunti (brochure dedicata a questo link) o il calcestruzzo drenante Mapei (brochure dedicata a questo link) che permette applicazioni nuove ed innovative.

Gli additivi di ultima generazione Mapei sono la risposta efficace alle diverse esigenze progettuali: nella nostra sezione dedicata ai cantieri Mapei nel mondo si possono individuare le soluzioni più adatte ad ogni esigenza.

Scheda progetto

Cantiere stadio polivalente
Località Minneapolis, USA
Sottocategoria STADIO
Costruito nel 2013
Inaugurato nel 2016
Intervento fornitura di additivi per il calcestruzzo e il mix design utilizzato per realizzazione delle strutture prefabbricate dello stadio
Inizio e fine dei lavori 2013/2016
Tipo di intervento Fornitura di additivi
Impresa appaltatrice Mortenson Construction; Wells Concrete Products, Inc.
Credits Travis Collins and Claudio Genoria, Mapei/GRT, Shutterstock
Direttore lavori Dave Mansell, Mortenson Construction
Coordinatore MAPEI Travis Collins, GRT (Mapei Group)
Tags Realtà Mapei: #stadio #mixdesign #infrastrutture

Rimani in contatto

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle novità Mapei