Opinione dell'esperto:

Marco Albelice

Assistenza Tecnica, Mapei SpA

Da Realtà Mapei n° 153 - 31/05/2019

Terrazzi e balconi

La posa di superfici presenti su terrazzi e balconi richiede delle accortezze non sottovalutabili per la buona riuscita di un lavoro eseguito a regola d’arte.

Abbiamo incontrato la nostra Assistenza Tecnica che ci ha fornito alcuni spunti di riflessione: sistemi impermeabilizzanti al posto di fughe impermeabili, adesivi che tengano conto delle peculiarità delle piastrelle e non solo.

In linea generale, al di sotto del pavimento ceramico di un terrazzo o di un balcone troviamo diversi elementi: ad esempio la colla, l’impermeabilizzazione, il massetto, la pendenza, il calcestruzzo. Spesso, in questa stratigrafia esemplificativa, potremmo trovare anche i pannelli di isolamento termico, sistemi di impermeabilizzazione a base bituminosa e alcuni importanti elementi accessori quali promotori di adesione, la barriera al vapore o la rete di armatura del massetto. La buona riuscita dell’intera posa dipende dalla buona esecuzione di ciascuno degli elementi sottostanti il pavimento e non soltanto dal sistema adesivo scelto.

 

Quali colle si dovrebbero usare per la posa delle piastrelle ceramiche su terrazzi e balconi?

La scelta può dipendere dal tipo e dalla dimensione delle piastrelle scelte. In linea di massima, considerate le condizioni di esercizio in ambiente esterno (aggressioni atmosferiche o carichi più pesanti che non in interno) si prediligono gli adesivi ad adesione migliorati, di classe 2 in accordo alla normativa europea inerente alla classificazione degli adesivi.

Nel caso di piastrelle di dimensioni medio grandi, ad esempio con un lato compreso tra i 30 e i 60 cm di lunghezza, è consigliabile l’adozione di adesivi deformabili, di classe S1 (come per esempio KERAFLEX MAXI S1, classificato come C2TE S1 in accordo alla EN12004). La deformabilità può risultare un valore aggiunto anche nel caso di posa su sottofondo deformabili, quali per esempio il sistema impermeabilizzante MAPELASTIC.

 

Le fughe delle piastrelle del terrazzo devono essere impermeabili?

Non è richiesto. L’impermeabilizzazione è affidata a sistemi specifici, senza soluzione di continuità, e non può essere garantita attraverso la realizzazione di eventuali fughe impermeabili.

 

È possibile incollare un pavimento ceramico su un pavimento già esistente, su un balcone?

Si dovranno tenere in considerazione diversi fattori: le dimensioni del balcone, la dimensione e il tipo di piastrelle esistenti e delle nuove piastrelle da incollare o la presenza di giunti sulla vecchia pavimentazione. Per quanto riguarda la linea guida Mapei, la posa di un nuovo pavimento su un vecchio pavimento in ambiente esterno, dopo adeguata preparazione, richiederà l’interposizione del sistema impermeabilizzante e deformabile MAPELASTIC. In tal caso, MAPELASTIC garantirà l’impermeabilizzazione degli strati sottostanti e grazie alla sua deformabilità permetterà la riduzione delle tensioni indotte dalla presenza di due pavimenti posti uno sull’altro.

 

Prodotti citati nell'articolo

KERAFLEX MAXI S1
KERAFLEX MAXI S1
Adesivo cementizio ad elevato punto di bianco ad alte prestazioni a scivolamento verticale nullo, con tecnologia Low Dust, con tempo aperto…
MAPELASTIC
MAPELASTIC
Malta cementizia bicomponente elastica per l’impermeabilizzazione di balconi, terrazze, bagni e piscine. DATI TECNICI: Consistenza…
Tags Realtà Mapei: #ceramica #approfondimenti

Rimani in contatto

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle novità Mapei