COMPLESSO RESIDENZIALE YACHT VILLAGE

Location icon TARANTO, Italia
Rif n°: 5493
Categoria: EDIFICI RESIDENZIALI

Cantiere

Cantiere COMPLESSO RESIDENZIALE YACHT VILLAGE
Località TARANTO, Italia
Sottocategoria CONDOMINIO
Costruito nel 2015
Inaugurato nel 2016
Intervento COMPLESSO RESIDENZIALE YACHT VILLAGE
Inizio e fine dei lavori 2016
Tipo di intervento Impermeabilizzazione
Committente DO.G.MA. IMMOBILIARE SRL
Impresa appaltatrice DO.G.MA. IMMOBILIARE SRL
Imprese esecutrici DO.G.MA. IMMOBILIARE SRL
Progettisti ARCH. COSMA DI LECCE - ARCH. ALFONSO MANIGRASSO
Architetti (implicati nei lavori) ARCH. COSMA DI LECCE
Distributore MAPEI CONVERTINI GIUSEPPE - LOCOROTONDO BA
Credits CAPRIGLIA GIANNI
Direttore lavori ARCH. COSMA DI LECCE - RESP. CANTIERE GEOM. ROBERTO CARRIERI
Coordinatore MAPEI CAPRIGLIA GIANNI - LA NEVE GIUSEPPE - DE BENEDETTIS VITO - CARCAGNI' ACHILLE
Altro Tipologia di intervento:
Impermeabilizzazione dei giardini pensili con MAPELASTIC.

Interventi effettuati:
Preparazione dei supporti
La prima operazione eseguita è stata un’accurata verifica dei supporti. Sui massetti erano presenti delle piccole fessurazioni. Prima di proseguire con le altre lavorazioni sono state allargate le fessure con un flessibile e, dopo aver asportato i residui di polvere, sono state sigillate mediante colatura di EPORIP con successivo spolvero di quarzo a rifiuto (eseguito fresco su fresco), in modo da creare una buona superficie di aggrappo per il successivo prodotto impermeabilizzante.
Sui massetti sono stati eseguiti gli opportuni giunti di frazionamento realizzati tagliando il massetto per una profondità di circa ⅓ dello spessore e prestando attenzione a non incidere la rete elettrosaldata, così da creare delle campiture delle dimensioni di circa 12-16 m2.
Laddove necessario, sono ste regolarizzati i supporti e ripristinate le corrette pendenze, eliminando gli avvallamenti, utilizzando PLANITOP FAST 330, malta cementizia fibrorinforzata a presa rapida, per la rettifica in spessore da 3 a 30 mm di sottofondi irregolari e non planari, così da ottenere un piano in grado di far defluire le acque piovane verso le pilette di scarico.
Dopo aver eseguito tutte le suddette operazioni, si è proceduto con un’accurata pulizia di tutte le superfici del massetto al fine di ottenere un supporto pulito e privo di parti incoerenti, di polvere, di residui di altre lavorazioni e di qualunque altro prodotto che potesse impedire l’adesione dei successivi prodotti.
Dopo la completa stagionatura della regolarizzazione dei massetti, si è proceduto alla cura dei particolari costruttivi d’impermeabilizzazione.

Raccordi piano orizzontale - verticale
È stato necessario procedere all’impermeabilizzazione elastica dei raccordi tra orizzontale e verticale, eseguita mediante l’impiego di MAPEBAND, nastro gommato con feltro resistente agli alcali. E’ stato applicato un primo strato uniforme di MAPELASTIC con una spatola liscia, su sottofondo pulito ed asciutto, posato il MAPEBAND, esercitando una leggera pressione sui lati e facendo attenzione a non creare delle grinze ed a non inglobare bolle d’aria. Steso un secondo strato, fresco su fresco, di MAPELASTIC, coprendo completamente le parti laterali del nastro. Negli angoli sono stati utilizzati gli appositi pezzi speciali di MAPEBAND (ANGOLO 90°, ANGOLO 270°, MAPEBAND CROSS o MAPEBAND T), le giunzioni tra le bandelle ed i pezzi speciali sono state realizzate sempre con ADESILEX LP. In corrispondenza dei giunti di frazionamento, il MAPEBAND è stato risvoltato all’interno del giunto, così da creare un’omega rovesciata (Ω).

Impermeabilizzazione degli scarichi
Gli scarichi a parapetto, invece, sono stati realizzati con DRAIN FRONT, bocchettone angolare in TPE, color rame, applicato nel seguente modo: eseguito uno scasso a parete ed a pavimento, in modo da poter collocare idoneamente DRAIN FRONT; applicato uno strato uniforme di ADESILEX PG4, adesivo epossidico bicomponente tissotropico, con una spatola liscia su sottofondo pulito ed asciutto; successivamente, posato DRAIN FRONT, esercitando una leggera pressione in modo da annegarlo in ADESILEX PG4; steso un secondo strato, fresco su fresco, di ADESILEX PG4, coprendo completamente DRAIN FRONT. Infine, il prodotto è stato lisciato con una spatola piana e, sul prodotto ancora fresco, effettuato uno spolvero a rifiuto di quarzo sferoidale (con granulometria 0,5), al fine di creare un supporto sufficientemente ruvido per favorire l’adesione del prodotto impermeabilizzante. Una volta completata la reticolazione di ADESILEX PG4, è stato rimosso il quarzo non adeso.

Impermeabilizzazione
Dopo aver provveduto ad impermeabilizzare e sigillare tutte le discontinuità ed i punti critici come appena illustrato, si è proceduto all’applicazione di MAPELASTIC.
Sul massetto pulito ed asciutto, è stato steso il MAPELASTIC con spatola, in due mani, per uno spessore totale non inferiore a 2 mm. Quindi, dopo aver applicato il primo strato, è stato steso sul prodotto ancora fresco MAPETEX SEL (tessuto non tessuto macroforato in polipropilene), per aumentare la flessibilità e garantire la capacità di ricoprire fessure fino a 3,0 mm. di ampiezza. I teli adiacenti sono stati sovrapposti per almeno 10 cm., premendoli con spatola piana sul supporto fino a perfetta bagnatura. In particolare, il primo strato di prodotto è stato applicato in campiture aventi larghezza superiore a 1,2 mt., cosicché, quando è stata steso MAPETEX SEL (avente larghezza pari a 1 mt.), ci sono stati almeno 10 cm. per lato di MAPELASTIC, per garantire la continuità con il prodotto che sarebbe stato applicato in adiacenza. Dopo circa 6 ore dall’applicazione della prima mano, e comunque mai prima che lo strato applicato risultasse perfettamente asciutto, si è proceduto alla stesura della seconda mano, avendo cura che il secondo strato di prodotto ricoprisse completamente la rete, rifinendo la superficie con spatola piana.

Strato protettivo e drenante
Al di sopra del sistema impermeabile è stato posato uno strato protettivo e drenante mediante applicazione di un composito costituito da una membrana protettiva e drenante estrusa in polietilene ad alta densità (HDPE) e da un geotessile non tessuto filtrante in polipropilene (PP) accoppiato alla membrana per termosaldatura quale POLIFOND KIT DRAIN della POLYGLASS Spa – Gruppo MAPEI. Il composito è stato posato con sovrapposizioni minime di 10 cm. e risvoltato sui verticali perimetrali.
Al di sopra dello strato di protezione si è proceduto alla realizzazione della stratigrafia di tetto giardino come da progetto.

Prodotti utilizzati per il progetto

ADESILEX PG4

ADESILEX PG4

Adesivo epossidico bicomponente tissotropico a reologia modificata per...
Esterno
Nuova Costruzione : Si
DRAIN FRONT

DRAIN FRONT

Bocchettone angolare in TPE per terrazze e balconi. DATI TECNICI: Colore:...
Esterno
Nuova Costruzione : Si
MAPEBAND

MAPEBAND

Nastro gommato con feltro resistente agli alcali per sistemi...
Esterno
Nuova Costruzione : Si
MAPELASTIC

MAPELASTIC

Malta cementizia bicomponente elastica per l’impermeabilizzazione di...
Esterno
Nuova Costruzione : Si
MAPETEX SEL

MAPETEX SEL

Tessuto non tessuto macroforato in polipropilene, per l’armatura di...
Esterno
Nuova Costruzione : Si
PLANITOP FAST 330

PLANITOP FAST 330

Malta cementizia fibrorinforzata livellante a presa rapida per interni ed...
Esterno
Nuova Costruzione : Si

Rimani in contatto

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle novità Mapei